mercoledì 18 maggio 2011

Partecipazione ai concorsi "Herbarium" e "Fare patchwork con il lino" svolti a Parma

Ecco i miei due lavori che recentemente hanno partecipato a due dei vari concorsi presenti alla Fiera di Parma lo scorso week end. Il primo è un art quilt delle dimensioni di 150x150 cm dal titolo "Il mio erbario in fiore". Il concorso Herbarium richiedeva di re-interpretare un erbario in chiave contemporanea.....

 E come ben sapete un erbario per definizione è composto da una gran varietà di piante e fiori, che , per le varie tecniche utilizzate (intarsi, piecing, applique, cuciture curve, ecc), mi ha impegnato non poco.
Anche la scelta dei vari colori non è stata semplice in quanto come sapete anche fiori della stessa specie in natura presentano sfumature diverse.
 Ho cercato quindi di rispettare questo fenomeno per rendere il tutto più realistico.

Mi sono divertita poi con i tessuti di sfondo a spaziare fra varietà e assortimenti più contemporanei....

Questo invece è un quiltino di dimensioni fisse richieste (50 x 50 cm) eseguito con il taglio di lino che mi è stato fornito per partecipare a "Fare patchwork con il lino". Si intitola "La raccolta d'erbe"

I disegni riprodotti nel quilt sono interamente ricamati a macchina a mano libera (free motion) su ispirazione di un disegno d'epoca in bianco e nero che avevo in casa e che rappresenta appunto la periodica raccolta d'erbe effettuata da un monaco nel cortile del suo monastero.
I ricami della cornice sono eseguiti anche con la tecnica del lavoro a pancia in giù, per poter utilizzare un filato più grosso come perlè o moulinè, e quindi più evidente sul dritto del lavoro, il quale va inserito direttamente nella bobina della macchina. Qui l'ho usato per i cardi.

Particolare del monastero con immancabile pavone appollaiato sulle merlature più alte

Particolare di fiori (violette, astri e calendule) con fenicottero rosa e coniglietto.
la trapuntatura della cornice invece ricama delle zinnie e dei crisantemi.

Nessun commento:

Posta un commento